Aule Confucio e Poli didattici

Le Aule Confucio (ketang), punti di riferimento sul territorio per lo studio della lingua e della cultura cinese, sono centri di insegnamento distaccati che svolgono attività didattica e di promozione, aperti dall’Istituto Confucio  presso scuole medie inferiori/superiori e Università in cui è già attivo l’insegnamento del cinese. Le Aule Confucio, grazie al sostegno di Hanban, oltre a corsi di lingua e cultura cinese, organizzano incontri di aggiornamento e formazione del personale docente, sessioni d’esame per conseguire le certificazioni internazionali di lingua cinese, occasioni di scambi interculturali fra l’Italia e la Cina, nonché forniscono materiale didattico e testi utili all’apprendimento della lingua o della cultura cinese in generale. I Poli didattici (jiaoxuedian) possono essere fondati sia presso scuole in cui è già attivo l’insegnamento della lingua cinese sia presso scuole in cui non è ancora presente, con l’obbiettivo di avvicinare gli studenti alla cultura cinese o di fornire un supporto all’introduzione di nuovi corsi di lingua. Dal 2013 ad oggi, l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, ha aperto 4 Aule Confucio e 12 Poli didattici.

Aule Confucio

– Istituto di Istruzione Superiore “Luca Pacioli”, 7 ottobre 2013.
– Istituto di Istruzione Superiore “L. Cremona”, 28 novembre 2013.
– Università degli Studi di Milano-Bicocca
– Civico Polo Scolastico “A. Manzoni”

Poli didattici

– Liceo classico Tito Livio
– IIS Mosè Bianchi
– Università degli Studi dell’Insubria
– Liceo classico Quasimodo
– Liceo classico Legnani
– Liceo classico Parini
– Università per Stranieri di Perugia
– Università degli studi di Bergamo
– IIS Cattaneo
– Liceo linguistico Falcone
– Liceo classico Manin
– Liceo Scuola Europa