Arriva il Dizionario dei Vini e Vitigni d’Italia italiano-cinese

Presentata la pubblicazione nata dalla collaborazione tra Gambero Rosso e l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano

Vinitaly – Verona

8 Aprile 2019

Sala Degustazioni B | PAD 10 | Piano 1

Presentato al Vinitaly il primo Dizionario dei Vini e Vitigni d’Italia in duplice lingua, italiano e cinese. La pubblicazione nasce da una collaborazione tra Gambero Rosso e l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, che è stato il perno del gruppo di lavoro costituito dai Dipartimenti di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali, di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione, l’Ambiente e di Scienze Agrarie e Ambientali – Produzione, Territorio, Agroenergia, dal Contemporary Asia Research Centre del nostro Ateneo, e dall’Università Normale del Liaoning.

Il Dizionario, in versione cartacea e presto anche in versione digitale (web-app), conta al suo interno oltre 1.200 voci, suddivise in quattro sezioni che comprendono le definizioni italiane di Vitigni, DOCG, DOC e IGT, con le traduzioni in cinese. Ogni voce è stata definita in italiano attraverso la consultazione di testi settoriali e dei disciplinari; il lavoro di traduzione, grazie all’uso di fonti cinesi autorevoli e a un originale lavoro di standardizzazione, ha stabilito il termine più adatto a identificare un vino o un vitigno nel rispetto della corretta pronuncia italiana e delle migliori tradizioni culturali cinesi.

All’incontro di presentazione sono intervenuti Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso, per l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano Alessandra Lavagnino, Jin Zhigang, Marta Valentini, Franca Bosc e Natalia Riva; Edward Liu General Manager Shanghai SinoDrink Trading Co, Amedeo Scarpa, Direttore della Rete Estera ICE in Cina moderati dal giornalista di Italia Oggi Luigi Chiarello. Il dibattito ha inoltre visto la partecipazione di Riccardo Ricci Curbastro, Presidente FederDoc; Giovanni Busi, Presidente Consorzio Chianti; Damiano Reale, Presidente Consorzio Salice Salentino; Ernesto Abbona e Paolo Castelletti, Presidente e Segretario Generale UIV.

GLI OBIETTIVI

La pubblicazione costituisce lo strumento base indispensabile per la cultura e l’inserimento del vino italiano nel mercato cinese. Dall’apertura dei mercati orientali, la Cina ha subito mostrato curiosità nei confronti dei prodotti di eccellenza del nostro Paese. Favorire quindi una conoscenza approfondita del settore vitivinicolo made in Italy, focalizzando l’attenzione sulla biodiversità italiana, magistralmente rappresentata dalle produzioni, diventa in questo contesto un plus necessario per operatori di settore ed appassionati.

I CORSI DI FORMAZIONE

Corsi di formazione per la figura diExport Manager del vino italiano in Cina”.  Partiranno da giugno corsi di specializzazione rivolti ad eno-appassionati, imprenditori e operatori di settore che intendono specializzarsi nelle strategie di comunicazione, promozione vendita e commercializzazione del vino italiano in Cina.

«Il Dizionario Dei Vini e Vitigni d’Italia costituisce un punto di partenza estremamente rilevante per colmare le lacune linguistiche e per valorizzare le nicchie di produzione e lo smisurato scenario vitivinicolo italiano nel mercato cinese.» dichiara il Presidente di Gambero Rosso Paolo Cuccia «Abbiamo raccolto questa sfida assieme all’Istituto Confucio con grande consapevolezza ed entusiasmo, certi che una migliore diffusione della cultura del vino, di cui la Cina sta diventando un produttore di rilievo, favorirà ulteriormente le opportunità di espansione delle produzioni made in Italy.»

Per il direttore dell’Istituto Confucio Alessandra Lavagnino, il dizionario è “prodotto unico che colma una lacuna importante per far conoscere al meglio il vino italiano in Cina. Un esempio tra tutti. Mentre i francesi hanno sempre tradotto i termini legati al vino tutti allo stesso modo, l’Italia fino ad ora non ha ancora trovato una sintesi: ognuno traduce etichette e denominazioni come vuole. Il risultato? I consumatori confusi, alla fine, preferiscono optare per la bottiglia francese. Adesso, con questo Dizionario abbiamo, finalmente, le definizioni italiane di vitigni, Docg, Doc e Igt, con una traduzione in cinese corretta e standardizzata. In questa maniera, grazie anche alla collaborazione del Gambero Rosso, il vino italiano troverà una migliore strada per raggiungere il cuore dei cinesi”.

“Il nostro obiettivo” spiega il professore Jin Zhigang, direttore dell’Istituto Confucio “è la conoscenza della lingua cinese, ma anche la comunicazione tra i diversi Paesi. Sia l’Italia, sia la Cina sono accomunate da una lunga tradizione enogastronomica, ma bere vino un tempo era un’attività solo per i funzionari di alto livello. Negli ultimi 40 anni, con le riforme che ci sono state, la situazione è cambiata, le importazioni sono aumentate e le fiere internazionali sono diventate sempre più grandi, con la presenza italiana che cresce di anno in anno. Tuttavia, c’è da dire che, se i cinesi ormai conoscono molto bene i prodotti gastronomici Made in Italy, hanno ancora delle difficoltà con il vino. Per questo motivo, tre anni fa abbiamo dato inizio al progetto del dizionario”.

Il dizionario è acquistabile online e nelle seguenti librerie milanesi:

FELTRINELLI FRANCHISING S.R.L. – VIA TUCIDIDE, 56

HOEPLI S.P.A. – VIA HOEPLI, 5

LIBRERIE COOP C/O EATALY – PIAZZA XXV APRILE, 10

MONDADORI BOOKSTORE – GALLERIA VITTORIO EMANUELE II, 79